Psicologia: forse hai fatto una prima impressione migliore di quanto pensi

Siete certi di aver fatto una pessima “prima impressione” con una persona appena conosciuta? Forse le cose non stanno esattamente così. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Prima impressione

Psicologia - Siete certi di aver fatto una pessima “prima impressione”? Secondo uno studio pubblicato su Psychological Science, una rivista dell'Association for Psychological Science, molto probabilmente avete torto. Nella nostra vita sociale siamo costantemente impegnati in un processo che si chiama "meta-percezione", ovvero cercare di capire come ci vedono gli altri. Le persone pensano che siamo noiosi o interessanti, egoisti o altruisti, attraenti o non attraenti? Durante la nostra vita, ci poniamo spesso queste domande, ma riusciamo davvero a capire se e quanto siamo stimati da un nostro interlocutore? Per rispondere a questa domanda, gli autori del nuovo studio hanno esaminato vari aspetti del gap di gradimento in una serie di esperimenti.

In media, le valutazioni hanno dimostrato che i partecipanti hanno apprezzato i loro interlocutori più di quanto questi ultimi pensavano di essere stati apprezzati. Questa disparità nelle valutazioni medie suggerisce che le persone tendono spesso a fare un errore di valutazione.

Sembrano essere troppo prese dalle proprie preoccupazioni su ciò che dovrebbero dire o non dire per riconoscere i segnali di gradimento che gli altri mostrano nei loro confronti.

Gli studi hanno inoltre dimostrato che il gap di gradimento è emerso indipendentemente dal fatto che le persone avessero conversazioni più lunghe o che avessero delle conversazioni in contesti reali, e tale divario non sarebbe solo momentaneo, ma può addirittura arrivare a durare per mesi.

Quando si parla di interazione sociale e conversazione, le persone sono spesso titubanti, incerte sull'impressione che stanno lasciando sugli altri ed eccessivamente critiche nei confronti delle proprie prestazioni. Alla luce del grande ottimismo della gente in altri settori, il pessimismo delle persone riguardo le loro conversazioni è sorprendente.

Gli esperti spiegano infine che noi siamo pessimisti per auto-protezione, perchè non vogliamo pensare di piacere agli altri, prima di scoprire se è davvero così. Questo autocontrollo può impedirci però di intrecciare relazioni con persone alle quali piacciamo veramente.

via | ScienceDaily
Foto da iStock

  • shares
  • Mail