Estate, dimmi che lavoro fai e ti dirò dove andare in vacanza

A ogni professione la sua vacanza ideale, ecco il consiglio degli esperti per godere al meglio del tempo dedicato al riposo.

vacanza

Dove andare in vacanza nell'estate 2018? C'è chi sceglie in base alle mete più gettonate e chi, invece, le evita per trovare location dove riposarsi senza la folla di turisti a interrompere il relax meritato. E perché non scegliere la meta in base alla professione?

Paola Vinciguerra psicologa, psicoterapeuta, presidente dell'Eurodap (Associazione europea disturbi da attacchi di panico) e direttore scientifico del centro Bioequilibrium, ci spiega che la vacanza è il momento ideale per rompere gli schemi e ritrovarsi. Per questo bisogna sceglierla con cura. E' il nostro momento di ricarica in vista del lungo inverno che ci aspetta, come aggiunto da Eleonora Iacobelli, psicoterapeuta, vicepresidente Eurodap. Per questo a ogni professione corrisponde una vacanza ideale.


  • Manager: ritmi lenti. Dovete essere liberi di scegliere cosa fare e cosa non fare, senza imposizioni esterne, ma con piani decisi in base a quello che si vuole fare. Non esistono orari da seguire.

  • Impiegati: in villaggio o strutture che offrono molte attività. Così si possono muovere, possono conoscere persone, ricevere stimoli diversi, che magari non hanno durante l'anno.

  • Medici: in solitaria, senza troppe persone attorno. Magari in un centro benessere dove si è coccolati nel corpo e nella mente, visto che loro passano tutto l'anno a curare gli altri.

  • Casalinghe: in albergo, dove non devono pensare a cucinare, fare i lavori domestici... Meglio le terme!

  • Commercianti: devono scappare in un luogo sperduto. Per liberarsi dallo stress del loro lavoro. Meglio se a contatto con la natura con poche attività commerciali intorno.

  • Giornalisti: meglio in un paese esotico, dove non c'è connessione. Perfette le vacanze a contatto con la natura. E magari non nelle mete scelte dai vip!


Foto iStock
  • shares
  • Mail