Istamina nel tonno surgelato, il richiamo del Ministero della Salute

Il Ministero della Salute ha richiamato un lotto di tonno surgelato per presenza di istamina: è da riconsegnare o distruggere.

tonno surgelato

Livelli elevati di istamina potenzialmente dannosi per la salute sono stati rinvenuti all'interno di un lotto di tonno surgelato già ritirato dal mercato. Si tratta di un prodotto a base di tonno pinne gialle congelato in fettine e messe sottovuoto. La sostanza che provoca infiammazioni e reazioni allergiche è stata rinvenuta in quantità molto alte (3035 ppm).

L'istamina è una sostanza presente nei cibi, che viene assunta regolamente ed eliminata dall'organismo senza problemi, a patto di non soffrire di nessuna allergia. Quando però è presente in quantità eccessive (condizione che di solito si verifica quando gli alimenti non vengono conservati bene) può essere potenzialmente dannoso per la salute.


Lotto di tonno surgelato ritirato dal commercio


Il tonno surgelato ritirato dal commercio è quello a marchio Nordic Seafood A/S - Melega & Prini srl di Bolzano prodotto dalla Central Western Pacific nello stabilimento in Indonesia. Il lotto ritirato è il BMI 18/02 - Item No 2451410, confezione da 175-225 grammi, con data di scadenza 10 novembre 2019.

La ditta ha effettuato il richiamo negli unici due clienti all'ingrosso serviti, mentre la quelli presenti nella vendita al dettaglio ha già provveduto ad apporre nei punti vendita in cui era presente dei cartelli per invitare, come sottolineato dal Ministero della Salute, a non consumare e a distruggere o rendere il prodotto interessato.

La ditta ha provveduto ad effettuare il richiamo presso gli unici 2 clienti all'ingrosso e per la quota venduta al dettaglio, ha apposto due cartelli nel punto vendita. Trattasi di confezioni sottovuoto, ciascuna di 2-3 fette.

Qui il richiamo del Ministero della Salute pubblicato il 16 luglio 2018 (rettifica del richiamo che riporta la data dell'11 luglio 2018).

Foto iStock

  • shares
  • Mail