Epilazione intima: 7 cose da sapere sulla zona bikini e la sua depilazione

La depilazione intima è la grande protagonista delle nostre giornate al mare, dove sfoggiare una zona bikini impeccabile aiuta a farci sentire ordinate e a posto

Epilazione zona inguine

In estate la zona bikini è la grande protagonista delle nostre uscite in spiaggia, dove il costume da bagno non lascia molto spazio all'immaginazione e ci costringe ad avere una depilazione dell'inguine impeccabile, così da essere in ordine e a nostro agio mentre prendiamo il sole o facciamo sue tuffi in acqua.

Ma attenzione, perché l'epilazione intima, vista la zona delicata, nasconde qualche insidia e rende la pelle più soggetta ad irritazioni, follicoliti e peli incarniti, tutte condizioni che possono portare anche ad infiammazione e ulcerazione dei tessuti se non trattate nel modo corretto.

Ovviamente effettuare la depilazione inguinale in un centro estetico professionale, ci permette di limitare i danni, ma sia che ci depiliamo in casa sia che il lavoro lo faccia l'estetista, ci sono 7 cose essenziali da sapere per tutelare la salute della nostra area bikini, trattandola con le dovute attenzioni.


  1. I peli incarniti - È un problema che si presenta soprattutto con la ceretta a freddo e con l'epilatore elettrico, per cui si corre il rischio di far crescere il pelo fuori forma. Se non vogliamo rinunciare allo strappo a vantaggio di rasoio e crema depilatoria, usiamo un esfoliante prima di ogni ceretta, così da fare un lavoro più pulito.

  2. Ogni quanto tempo fare la ceretta brasiliana - La durata della ceretta brasiliana è di circa 20-30 giorni, perciò consideriamo di fissare un appuntamento a cadenze regolari dall'estetista per mantenere pulita l'area inguinale.

  3. Quanto devono essere lunghi i peli per la ceretta - Se col rasoio o con la crema depilatoria bastano pochi millimetri di lunghezza per una depilazione efficace, per la ceretta è essenziale che il pelo sia lungo almeno mezzo centimetro. Poco meno per i rasoi elettrici di ultima generazione.

  4. Il metodo di depilazione più duraturo - Di sicuro la depilazione laser è quella che offre risultati più duraturi, ma anche la ceretta, se ben fatta, offre ottimi risultati.

  5. Come ridurre il dolore dello strappo - I metodi di epilazione a strappo sono efficaci ma dolorosi. L'utilizzo di una crema anestetica a base di lidocaina può aiutarci a soffrire di meno, rendendo insensibile la parte.

  6. Come ridurre l'infiammazione - Dopo la depilazione intima è importante limitare il rischio di infiammazione, disinfettando la parte e indossando biancheria in cotone o lino anti sudore. Possiamo anche ridurre l'irritazione con del gel di aloe vera, che agisce sia preventivamente che in via curativa.

  7. Come prolungare l'effetto liscio - A distanza di 5-7 giorni dall'epilazione a strappo, possiamo usare un esfoliante o uno scrub delicato per favorire la fuoriuscita dei peli incarniti, che possiamo poi tirare via con una pinzetta.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail