Tutto sui capillari alle gambe: come eliminarli definitivamente?

I capillari sono piccoli vasi sanguigni. Quando si parla di capillari alle gambe ci si riferisce alle teleangectasie, ovvero alla comparsa in superficie di questi vasi sanguigni che si manifesta con delle striature rosse, viola o blu. Tra le cause principali dei capillari alle gambe figurano contusioni, l'esposizione eccessiva e non protetta al sole, problemi ereditari o ormonali (ad esempio in gravidanza o a seguito dell'assunzione di pillole anticoncezionali), menopausa, tumori, obesità o inattività.

Molte volte i capillari non creano disagi se non a livello estetico, ma se trascurati troppo a lungo possono peggiorare e, qualora siano causati dall'invecchiamento o dall'obesità, possono trasformarsi in piaghe ulcerose. Esistono diversi metodi per eliminare definitivamente queste striature fastidiose.

Oltre ai farmaci specifici prescritti dal medico in base al singolo caso, i metodi più comuni adottati per i capillari non causati da una malattia di fondo sono la scleroterapia e la laserterapia. Durante le sedute di scleroterapia, effettuate generalmente lontano dai mesi estivi per evitare i danni dei raggi UV, viene iniettata una soluzione nell'area interessata che porta al riassorbimento dei capillari. Nell'arco di pochi giorni i capillari si riducono a scompaiono. La laserterapia sfrutta invece la luce del laser che viene assorbita dall'emoglobina presente nei vasi e convertita in calore, con la conseguente denaturazione dei capillari.

Il dermatologo può inoltre prescrivervi una crema a base di vitamina K, C ed E. Anche l'esercizio fisico è molto utile, età e malattie permettendo, in particolare passeggiate e nuoto, così come sono efficaci alcuni cambiamenti nello stile di vita: evitare di stare in piedi o in una posizione fissa troppo a lungo ed indossare calze elastiche. Inoltre bisogna muovere il più possibile le gambe, con pause frequenti, anche di pochi minuti, al lavoro per staccare dalla scrivania; evitare di utilizzare scarpe con il tacco alto e di indossare abiti troppo attillati e sforzarsi di mantenere il proprio peso forma, riducendo il sale nella dieta.

Via | Buzzle; Livestrong; Flebologia
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail