Mal di testa, girasole, artemisia e sambuco possono sostituire gli analgesici

Le cure naturali possono essere molto efficaci: si è scoperto che girasole, artemisia e sambuco agiscono come in fans se si soffre di dolore alla testa.

Elderberries on a tree in fall

I dolori alla testa possono essere davvero lancinanti. Ci sono giornate in cui il male è così forte da non riuscire a fare nulla. Danno fastidio i rumori, la luce, si fatica a concentrarsi così come diventa complesso anche solo leggere qualche riga. Esistono molti farmaci per controllare il disturbo e, spesso, i medici consigliano di assumerli prima che il mal di testa diventi troppo forte. Un’altra strada potrebbe essere provare dei rimedi fitoterapici, che possono svolgere azioni antinfiammatorie. Il sambuco, per esempio, contiene:

“flavonoidi, terpenoidi, fenilpropanoidi, sostanze presenti anche nel girasole e nell’artemisia oltre che nel sambuco, sembrano poter bloccare, in vivo, i mediatori chimici coinvolti nell’insorgenza delle cefalee”

Ha specificato Giuseppe Tagarelli, dell’Isafom-Cnr. Il sambuco sembra essere molto efficace anche per prevenire le affezioni respiratorie e le infiammazioni locali. È ricco di sali minerali, quali potassio, calcio, sodio, fosforo, ferro selenio, rame, zinco e magnesio e vitamine A, B1, B2, B3, B5, B6 e C.

Qual è il principio attivo più efficace? Il girasole, il sambuco e l’artemisia contengono, un gruppo di sostanze, note come i diterpeni, che sembrano avere un’azione del tutto simile a quella dei Fans, i farmaci antiinfiammatori non steroidei. Queste molecole riescono a contrastare i meccanismi che causano la comparsa del mal di testa.

Via | Repubblica

Foto | iStock

  • shares
  • Mail