Come riconoscere una verruca

Come si manifestano le verruche e soprattutto dove compaiono? Ecco qualche consiglio per distinguerle.

hand with warts isolated on white background

Riconoscere le verruche è abbastanza semplice e non deve essere motivo di ansia. In linea di massima non sono dolorose, danno fastidio, e tendono a manifestarsi nella pianta del piede o sulle mani. In quelle zone che sono maggiormente a contatto con superfici infette, come il pavimento della piscina. Sono delle escrescenze benigne (non tumorali) della pelle, causate da virus, sono contagiose e molto frequenti a tutte le età.

Come si possono distinguere? Ci sono le verruche comuni che di solito si possono trovare sulle dita delle mani, le mani, le ginocchia, i gomiti e sono delle escrescenze dure, leggermente arrotondate di colore marroncino, tendente al grigio.

Le verruche piane, invece, sono lisce e piatte e possono avere un colore rosa, marroncino o giallastro. Si manifestano sul viso principalmente, ma anche su braccia, ginocchia o mani. Poi ci sono le verruche plantari, le più fastidiose, perché tendono a svilupparsi all’interno. Si distinguono poi le verruche a mosaico, di colore bianco e composte da piccole crosticine, e quelle filiformi, ovvero hanno una forma allungata.

Esistono poi verruche genitali, note come condilomi acuminati e sono il sintomo di una malattia sessualmente trasmissibile.

  • shares
  • Mail