Pinoli, quali sono i valori nutrizionali e quante le calorie

Quali sono i valori nutrizionali dei pinoli e quante calorie contengono questi semi? Ecco che cosa sapere.

Pinoli salute

I pinoli sono semi commestibili, prodotti da alcuni pini. In Europa sono due le specie di pino che producono semi grandi: il pino domestico (Pinus pinea) che chiamato "pino da pinoli" o pino a ombrello; e il pino cembro (Pinus cembra), che produce grossi semi, ma vive in zone più disagevoli.

Le pigne del pino da pinoli sono grandi, pesanti e globose, maturano in tre anni. La raccolta viene effettuata da ottobre e per tutto l'inverno. Esse vengono poi mantenute in mucchi e con la bella stagione, in genere a partire da maggio, vengono essiccati al sole fino a che le squame non liberano i pinoli. Sono costosi, anche perché per ottenere 5 chilogrammi di pinoli sgusciati ci vogliono circa 100 pigne.

Questi semi sono preziosi nella nutrizione, soprattutto per chi consuma poca carne e poco pesce, perché ricchi di proteine (31.9 g per 100 g). I pinoli contengono circa il 40% di grassi e hanno quasi 700 kcal per 100 g come il resto della frutta secca. Vengono utilizzati nelle preparazioni di piatti dolci e salati, classico è l'abbinamento con l'uvetta nella cucina siciliana, anche se ormai questo abbinamento è utilizzato un po' ovunque.

Sono inoltre ricchi di ferro, magnesio, potassio, fosforo, calcio, rame, manganese, selenio, zinco e sodio, ma anche di vitamine quali vitamina A, vitamine B1, B2, B3, B5, B6, vitamina C, vitamina E, J e K. Contengono beta-carotene, luteina e zeaxantina. Ovviamente, come tutta la frutta secca, sono un alimento particolarmente calorico, si consiglia quindi di non esagerare.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail