Dolore cronico: la terapia cognitivo comportamentale riduce depressione e ansia

Uno studio spiega come ridurre ansia e depressione nelle persone che soffrono di dolore cronico.

Dolore cronico

Il dolore cronico è un problema che interessa moltissime persone, un problema che, purtroppo, non comporta “solo” sintomi come dolore e sofferenza, ma anche problemi psicologici, come depressione e ansia. Uno studio presentato in occasione dell’Annual European Congress of Rheumatology (EULAR) 2017 ha però fatto emergere che la cosiddetta “Terapia di accettazione e impegno”, ovvero una forma di terapia cognitivo comportamentale (CBT), potrebbe aiutare ad alleviare questi sintomi.

Questo tipo di terapia si concentra sulla flessibilità psicologica e sul cambiamento del proprio comportamento, e secondo gli esperti potrebbe offrire una significativa riduzione di sintomi depressivi e ansia.

Per giungere a tale conclusione, gli esperti hanno seguito per 8 settimane un campione di pazienti che avevano preso parte a un programma di riabilitazione del dolore perchè soffrivano di dolore persistente. Secondo quanto emerso dallo studio, la “Terapia di accettazione e impegno” avrebbe provocato significativi miglioramenti per quanto riguarda il benessere psicologico, l’impegno nelle attività e l’accettazione del dolore.

via | ScienceDaily

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail