Malattie della pelle, come curarle con la microfototerapia

La microfototerapia è una metodica con cui, attraverso impulsi di luce e calore sul viso, viene stimolata la produzione di collagene e fibroblasti ottenendo una pelle più levigata e con meno rughe.

Molte malattie della pelle si curano con la microfototerapia

La microfototerapia è una metodica con cui, attraverso impulsi di luce e calore sul viso, viene stimolata la produzione di collagene e fibroblasti ottenendo una pelle levigata e con meno rughe.

La microfototerapia viene utilizzata con successo anche nel trattamento delle malattie della pelle come la psoriasi e la vitiligine.

Questa tecnica agisce attraverso un manipolo che viene passato sulla pelle, gli impulsi di luce e calore provocano delle piccole ferite nel derma che spingono la pelle a reagire ed a produrre più sostanze riparatrici ed elasticizzanti come appunto il collagene.

Notevoli miglioramenti si ottengono utilizzando questa metodica nel trattamento dell'acne. La microfototerapia migliora l'aspetto della pelle rendendola più omogenea e restringendo i pori dilatati, facilita l'iperpigmentazione e per questo è utile nella cura della vitiligine in quanto i raggi ultravioletti emessi dal manipolo stimolano i melanociti (cellule che producono melanina) in maniera graduale.

Questa terapia, di esclusiva competenza del medico estetico, non provoca ustione e ne dolore e soprattutto non prevede l'utilizzo di farmaci, inoltre è circoscritta alle zone da trattare.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail