Squilibrio energetico, come correggerlo per stare bene

Per squilibrio energetico si intende il deficit di alcuni fattori come alimentazione, esercizio fisico e sonno.

Squlibrio energetico come correggerlo?

Per squilibrio energetico si intende il deficit di alcuni fattori come alimentazione, esercizio fisico e sonno.

Lo squilibrio energetico è una delle principali cause dei nostri problemi di salute. Lo stress, i ritmi frenetici, il troppo lavoro e le ore piccole possono determinare un deficit energetico che va colmato per non rischiare di ammalarsi.

Se infatti i fattori principali non sono al top si rischia un indebolimento del sistema immunitario ed un abbassamento della produttività.

Al di là del fatto che occorre quindi riportare in equilibrio i 3 fattori principali e quindi dormire almeno 8 ore per notte, allenarsi regolarmente e alimentarsi in modo equilibrato, l'equilibrio energetico si può ottenere attraverso la pratica di discipline olistiche come il reiki che, attraverso l'imposizione delle mani, sblocca l'energia vitale ed è utile sia in caso di contratture e problemi fisici sia in caso di squilibri a livello emotivo.

Si tratta di un percorso di auto consapevolezza che aiuta a ritrovare il proprio equilibrio e a vivere con maggiore armonia e serenità.

 

 

 

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail