Salute dei bambini: 9 sintomi che i genitori non devono sottovalutare

Vostro figlio sta male? Ecco quali sono i sintomi che i genitori non dovrebbero mai sottovalutare.

Salute dei bambini

Salute dei bambini - Quando diventiamo genitori, il benessere dei nostri figli diventa una delle nostre principali priorità e preoccupazioni. Quando i piccoli di casa lamentano qualche sintomo o hanno una malattia, la nostra preoccupazione aumenta, perché vedere i nostri figli soffrire, senza poter fare nulla, ci fa sentire estremamente impotenti. Ma quali saranno i sintomi che non dovrebbero mai essere ignorati?
Scopriamoli insieme:

  • Febbre alta o che dura per diverse ore e non scende, nonostante la somministrazione di farmaci antipiretici: si ricorda che la temperatura indicata sul termometro non è l'unica cosa importante da considerare. Se la febbre è ancora bassa, ma il bambino si sente molto male, non esitate a rivolgervi al pediatra.
  • Febbre associata a mal di testa: se il bambino lamenta dolore al collo, torcicollo o mal di testa associati a febbre, non esitate a contattare immediatamente il medico, poiché questi sintomi possono essere associati alla meningite.
  • Macchie rosse sulla pelle: potrebbe trattarsi di una reazione allergica che dovrà essere trattata in modo appropriato
  • Mal di stomaco improvviso: se il piccolo lamenta dolore intorno all'ombelico o sul lato destro dell'addome, rivolgetevi al medico pediatra, soprattutto se sono associati altri sintomi come vomito o diarrea, poiché potrebbe trattarsi di un segno di appendicite.
  • Diminuzione delle urine: questo sintomo è spesso associato a bocca secca, pelle pallida, vomito o diarrea e può essere un segno di disidratazione.
  • Labbra blu: questo sintomo può essere associato a difficoltà respiratorie causate da una reazione allergica o anche a un attacco d'asma. In tal caso, consultate immediatamente un medico.
  • Gonfiore del viso, della lingua o delle labbra: si tratta di segni caratteristici di una forte reazione allergica. Rivolgetevi al medico per non correre rischi.
  • Vomito dopo una caduta: specialmente quando si tratta di un bambino, questo può essere sintomo di un problema neurologico, per cui non esitate ad andare dal medico immediatamente.
  • Sanguinamento eccessivo: se il bambino ha un taglio e l'emorragia non si blocca nemmeno dopo alcuni minuti di pressione, portatelo dal pediatra, che potrà curare correttamente il taglio.

È fondamentale agire immediatamente se notate uno di questi sintomi nel vostro bambino. Anche se doveste scoprire che non si tratta di nulla di grave, è meglio prevenire che curare. Se, anche dopo una visita dal medico, la situazione dovesse peggiorare o i sintomi non spariscono, chiedete sempre un secondo parere.

via | FamilyShare

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail