Cucinare con olio vegetale può aumentare il rischio di demenza

Una dieta ricca di olio vegetale potrebbe aumentare il rischio di demenza. Ecco cosa spiegano gli esperti.

Cucinare olio

Cucinare con olio vegetale può aumentare il rischio di demenza. A spiegarlo sarebbe la dottoressa Catherine Shanahan (nutrizionista e medico di famiglia), secondo cui l'olio vegetale aumenta la formazione di placche nel cervello, condizione che precede lo sviluppo di malattie neurodegenerative gravi. Sono molti i tipi di olii vegetali che vengono comunemente usati per la preparazione degli alimenti. Fra questi, troviamo quello di colza, di palma, di mais, di soia, di canola, di girasole e molti altri. Secondo la dottoressa Shanahan però, assumere eccessive quantità di questi olii può davvero danneggiare la nostra salute.

A lungo andare questi prodotti possono infatti farci sentire annebbiati e affaticati, causare emicrania e persino scatenare malattie come l'Alzheimer o la demenza.

Per invertire tali effetti, la dottoressa consiglia di dare un taglio al consumo di prodotti contenenti olio vegetale. I consumatori dovrebbero sostituire gli oli vegetali con olio di oliva, di cocco, avocado o di arachidi. In questo modo, oltre a proteggere la salute, farete un favore alle vostre papille gustative, e vi sentirete anche pieni di energia.

via | DailyMail

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail