Sindrome di Cotard, i sintomi e il trattamento

Ecco quali sono i sintomi della Sindrome di Cotard e come si manifesta.

Sindrome di Cotard

Psicologia – La Sindrome di Cotard è una condizione che desta senza dubbio molta curiosità. Tale sindrome fu identificata per la prima volta nel 1880 da Jules Cotard, un neurologo francese che, per primo, descrisse questa particolare condizione. Si tratta sostanzialmente di un disturbo mentale in cui chi ne soffre pensa di essere morto, inesistente, in fase di decomposizione, oppure pensa di aver perso gli organi interni. La Sindrome di Cotard è detta anche “Sindrome dei cadaveri che camminano”, e si tratta di psicosi delirante che comporta una perdita del contatto con il proprio corpo e con il modo in cui un individuo vede se stesso.

Le persone che soffrono di questa sindrome sentiranno dunque di non provare più alcuna emozione nei confronti delle altre persone (e per questa ragione giungeranno alla conclusione di essere morte), e tenderanno quindi a ritirarsi dalla vita sociale, ed a non prendersi cura di se stesse.

Per certi versi, questa sindrome appare abbastanza simile alla Sindrome di Capgras, ovvero una condizione in cui il malato non prova più alcuna emozione nei confronti delle persone a lui familiari, e per questo ritiene che tutte le persone care siano in realtà state sostituite da dei sosia o da estranei. 

Purtroppo, essendo una patologia estremamente rara, questa inquietante condizione rappresenta ancora un territorio inesplorato, e non se ne conosce l’esatta causa. Inoltre, non è ancora stata identificata una cura definitiva. Il trattamento prevede invece la somministrazione di farmaci anti-depressivi e anti-psicotici, per tenere a bada i sintomi del disturbo.

via | Health.howstuffworks.com, Nopseudoscienze.wordpress.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail