Colpo della strega, gli esercizi da fare in casa per la schiena

colpo della strega

Il colpo della strega arriva quando meno te lo aspetti: basta un movimento brusco, magari effettuato per sollevare un peso e la schiena si blocca. Tutto ciò che si vuole fare è far passare il dolore il prima possibile, ma gli antidolorifici possono essere un semplice palliativo e se non si alleggerisce la colonna vertebrale dalla tensione che è alla base del dolore presto o tardi il male tornerà a farsi sentire.

La prima cosa da fare è cercare di eliminare la contrattura che provoca il dolore sdraiandosi sulla schiena e sollevando le gambe tenendo le gambe piegate. Se il fastidio è, però, talmente intenso da impedire qualsiasi movimento, potrebbe essere necessario qualche giorno di riposo prima di riuscire a muoversi liberamente. Non bisogna, però, esagerare: stare fermi per troppo tempo non aiuta a rimettersi in forma e una camminata a passo leggero o qualche esercizio di stretching non possono che essere d'aiuto. Non solo, appena possibile l'obiettivo deve essere spostato dall'eliminazione del dolore alla sua prevenzione con esercizi da fare anche in casa.

Ne esistono di più o meno impegnativi, nessuno, però, richiede di andare in palestra. Basta fare un po' di spazio sul pavimento ed eseguire questi movimenti:


  • Seduti, mantenere la schiena dritta senza appoggiarla allo schienale, divaricare leggermente le gambe. Allungarsi in avanti facendo scorrere le braccia fra le gambe fino a piegarsi il più possibile.
  • Seduti, mantenere la testa e la schiena dritte senza appoggiarle allo schienale, divaricare leggermente le gambe. Stirare le braccia tese verso l'alto.
  • Inginocchiati sul pavimento, sedersi sui talloni, tenere le braccia tese in avanti e stendere la schiena il più possibile in avanti tenendola dritta.
  • Inginocchiarsi a 90 gradi appoggiando le mani a terra. Alzare e distendere contemporaneamente la gamba e il braccio opposti mantenendo testa e schiena parallele al suolo.
  • Sdraiarsi sulla schiena con le ginocchia piegate e i talloni ben saldi a terra. Portare le braccia all'indietro toccando il pavimento con i palmi. Sollevare la schiena a ponte per qualche secondo e tornare a terra. Se non si riesce a inarcare la schiena ci si può limitare a sollevare il più possibile i glutei.
  • Sdraiati con le braccia parallele al busto, piegare le ginocchia appoggiando bene i talloni. Raccogliere le gambe al petto abbracciandole il più a lungo possibile.

Via | albanesi.it
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail