Artrite reumatoide, la dieta antinfiammatoria

L'artrite reumatoide è una patologia autoimmune e pertanto necessita di particolari accorgimenti alimentari che aiutino a rallentarne il decorso e ad alleviarne i sintomi.

male all joints pain in blue

Qualche tempo fa abbiamo visto quali sono gli alimenti più indicati che dovrebbe portare in tavola chi soffre di artrite.

Una dieta vera e propria non esiste, anche perchè dipende molto dalla tolleranza di alcuni alimenti, tuttavia si può impostare uno schema alimentare a grandi linee che possa sicuramente aiutare a sopportare meglio i disagi della patologia.

Bisogna però sottolineare che la perdita di peso è importante  per chi soffre di artrite in quanto il peso grava sulle articolazioni e quindi dimagrire equivale a sentirsi meglio.

Ricordate sempre che chi soffre di artrite e in generale di patologie autoimmuni dovrà eliminare dalla dieta glutine, latticini e zuccheri. Consumare alimenti appartenenti a queste categorie infatti equivale ad aggravare l'infiammazione.

La dieta dovrà essere composta da alimenti serviti in piatti piccoli. Per colazione non devono mancare frutti rossi ricchi di antiossidanti dall'azione antinfiammatoria. Una bevanda di cocco o mandorla oppure del tè verde.

Per pranzo e cena date la preferenza al pesce grasso ricco di omega 3 ed a verdure e ortaggi come i broccoli che contengono sulforafano, un composto che rallenta il decorso della malattia.

Non fatevi mai mancare semi e frutta secca, noci, nocciole e mandorle, ricche di omega 3. Alcuni tipi di olio andrebbero utilizzati in alternativa all'olio d'oliva.

Si tratta dell'olio di cocco e dell'olio di noce, quest'ultimo lo trovate ormai anche al supermercato.

L'olio di noce come anche l'olio di avocado contiene omega 3 in misura maggiore rispetto all'olio d'oliva  e quindi ha un'azione fortemente disinfiammante sulle articolazioni.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail