La Carta dei diritti dei bambini e degli adolescenti in ospedale

Abio, Sip e Ipasvi firmano la Carta dei diritti dei bambini e degli adolescenti in ospedale.

bambina in ospedale

Abio (Associazione per il bambino in ospedale), Sip (Società italiana di pediatria) e Ipasvi (Federazione nazionale colleghi infermieri) hanno firmato la Carta dei diritti dei bambini e degli adolescenti in ospedale, per garantire ai pazienti più piccoli una vita più serena all'interno dei nosocomi: uno strumento utile per certificare i reparti pediatrici italiani, con 10 punti che diventano criteri per il benessere dei bambini in ospedale.

Sono un milione e 200mila i bambini e gli adolescenti che ogni anno vengono ricoverati in ospedale e per loro devono essere garantiti il diritto al gioco, alla ricreazione, allo studio, ma anche il diritto di avere accanto in ogni momento i genitori, i nonni, i fratelli, senza alcuna limitazione ne di tempo ne di orario. E ancora, il diritto ad avere figure specializzate accanto, a essere trattati con tatto, al rispetto dell'intimità.

L'obiettivo è impegnarsi affinché la parola umanizzazione sia sempre il motore di atti concreti e si traduca in maggiore attenzione e migliori servizi. Avere delle strutture ospedaliere attive in ambito pediatrico che decidono di adeguarsi a standard di qualità concordati e accreditati è un obiettivo irrinunciabile per dare una garanzia concreta a bimbi e famiglie.

Via | Ansa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail