Alternare gli shirataki alla pasta aiuta a dimagrire?

Come abbiamo visto nel post precedente, gli shirataki sono una sorta di spaghetti giapponesi che però non hanno nulla in comune con gli spaghetti di semola che conosciamo.

Shirataki noodles with soy sauce

Come abbiamo visto nel post precedente gli shirataki sono una sorta di spaghetti giapponesi che però non hanno nulla in comune con gli spaghetti di semola che conosciamo.

Infatti gli shirataki derivano da una pianta giapponese il konjac e, nonostante il loro aspetto e odore non proprio invitanti, costituiscono una miniera di sostanze benefiche per la salute.

Gli shirataki, anche se si segue una dieta, possono essere consumati tranquillamente al posto della pasta tradizionale in quanto quasi privi di calorie, contengono fibre come il glucomannano che stimola il senso di sazietà e aiuta a regolare l'intestino e inoltre tiene basso l'indice glicemico.

Conditi con un sugo leggero quindi, rappresentano l'alternativa ideale al piatto di spaghetti e a differenza di questi, se si è a dieta possono essere consumati anche tutti i giorni. Il sapore è neutro e difatti si cerca di abbinarli a spezie e salsa di soya. Io li preferisco con sughi di verdure anche se il sapore è piuttosto gelatinoso.

Promosso dunque il loro inserimento nella dieta.

 

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail