Orticaria acquagenica, come lavarsi per curare il prurito?

L’orticaria acquagenica è un disturbo molto fastidioso e purtroppo diventa complicato lavarsi se si è allergici all’acqua.

pelle alimentazione falsi miti

L’ orticaria acquagenica è una forte sensazione di prurito una volta che la persona che ne soffre entra in contatto con l’acqua. Può essere un vero e proprio incubo, perché l’acqua è fondamentale per l’igiene personale ma anche per regalare un po’ di benessere, soprattutto quando fa molto caldo. Come si cura? Il trattamento dipende dal tipo di orticaria e dalla sua gravità. Gli antistaminici orali sono il trattamento di eccellenza. In alcuni casi può essere necessario associare l'impiego di steroidi orali o farmaci immunosoppressivi.

Come lavarsi?


  • Prima di tutto conviene fare un test per verificare che sia proprio l’orticaria acquagenica. Andate quindi dal dermatologo.
  • Se il disturbo è diagnosticato dovete accettare che la colpa non è del detergente che utilizzate.
  • Lavatevi con acqua tiepida: evitate le alte temperature.
  • Potete sostituire il sapone con amido di mais o bicarbonato di sodio.
  • Dopo esservi lavati tamponate la pelle con una salvietta morbida, senza sfregare.

  • Applicare una crema idratante e lenitiva.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail