Ovaio policistico, bere latte di soia può aiutare

Bere latte di soia può migliorare la salute delle donne con sindrome dell'ovaio policistico. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Latte di soia

Ovaio policistico - Bere latte di soia può migliorare la salute delle donne con la sindrome dell'ovaio policistico, e proteggerle dal rischio di sviluppare condizioni come malattie cardiache e diabete di tipo 2. A suggerirlo è un nuovo studio pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism e condotto dai membri della Kashan University of Medical Sciences, in Iran, secondo cui l’effetto benefico esercitato dalla soia sarebbe dovuto al fatto che questo alimento rappresenta una ricca fonte di estrogeni vegetali, che contribuiscono a correggere lo squilibrio ormonale provocato dalla PCOS.

Per giungere a tale conclusione, gli esperti hanno preso in esame un campione di 70 donne di età compresa tra i 18 e i 40 anni, con sindrome dell'ovaio policistico.

A metà delle donne è stato chiesto di assumere 50 mg al giorno di un supplemento di isoflavoni di soia - l'equivalente di 500 ml di latte di soia - per 12 settimane, mentre le altre 35 donne hanno ricevuto un placebo. Quindi, gli esperti hanno prelevato dei campioni di sangue all’inizio e alla fine dello studio, e ne hanno misurato i livelli di grasso, i marcatori di resistenza all'insulina e l'infiammazione (che sono associati a malattie come diabete di tipo 2, ictus e malattie cardiache).

Rispetto al gruppo placebo, le donne che avevano assunto integratori di soia presentavano livelli più bassi di insulina nel sangue. Gli esperti hanno inoltre constatato che le donne che avevano assunto la soia avebbero presentato più bassi livelli di testosterone, colesterolo LDL e trigliceridi nel sangue, rispetto alle donne che avevano ricevuto il placebo.

via | DailyMail

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail