Allergia ai pollini, il menù per alleviare i sintomi

Starnuti, tosse, naso che cola sono solo alcuni dei fastidiosi sintomi causati dalle allergie ai pollini. Vediamo cosa mangiare per alleviarne i sintomi.

Pusteblume

Starnuti, tosse, naso che cola, sono solo alcuni dei fastidiosi sintomi causati dalle allergie ai pollini. Vediamo cosa mangiare per alleviarne i sintomi.

Bisognerebbe inserire nell'alimentazione quotidiana alimenti come le cipolle che contengono quercetina, una sostanza chimica che riduce le reazioni da istamina, l'istamina è una sostanza che aumenta in caso di risposta allergica.

Poi sarebbe buona norma consumare probiotici, kefir in particolare in quanto colonizza l'intestino di batteri buoni e previene oltre che allevia i sintomi delle allergie ai pollini.

Anche gli omega 3 contenuti in tonno e salmone aiutano a ridurre l'infiammazione e quindi la risposta allergica.

Ma ecco cosa deve mangiare durante il giorno chi è allergico ai pollini.

Al mattino sarebbe bene sorseggiare una buona tazza di tè verde. Questa bevanda infatti contiene antistaminici naturali che riducono la risposta allergica e, se assunto al mattino, aiuta a prevenire i fastidiosi starnuti. Poi si può assumere un probiotico e della frutta.

L'alimentazione quotidiana dovrebbe basarsi sulla dieta mediterranea. Frutta, verdura e cereali integrali insieme a legumi e olio d'oliva aiuta efficacemente a controllare i sintomi delle allergie.

Ma attenzione, quando vi trovate nel pieno della stagione dei pollini è bene evitare alimenti crudi, ma consumare frutta e verdura in scatola o cotti. La cottura infatti riduce sensibilmente il rischio di sviluppare i sintomi allergici.

Riducete il consumo di carne per non peggiorare la situazione e sostituitela con il pesce con contorno di verdure, perfetto per una cena leggera.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail