Eutirox per l'ipotiroidismo è veramente efficace?

Eutirox è il farmaco d'elezione per la cura dell'ipotiroidismo e di diverse patologie legate alla tiroide. Viene prescritto ormai da prassi da quasi tutti gli endocrinologi italiani. Ma funziona veramente? E va bene proprio per tutti?

a:2:{s:5:"pages";a:5:{i:1;s:0:"";i:2;s:37:"Ma in realtà cos'è veramente il t4?";i:3;s:35:"Ma cosa succede se il t4 non basta?";i:4;s:62:"I pazienti con patologie tiroidee sono veramente tutti uguali?";i:5;s:23:"La situazione in Italia";}s:7:"content";a:5:{i:1;s:624:" Tablet with the diagnosis Hypothyroidism on the display

Eutirox è un farmaco che contiene levotiroxina, più nota come t4, uno degli ormoni prodotti dalla tiroide. Quando questo ormone viene meno in seguito a interventi di asportazione della tiroide o diminuisce per patologie come ipotiroidismo, la tiroide rallenta il suo lavoro e quindi quando dalle analisi del sangue risulta un tsh piuttosto alto di solito viene prescritto Eutirox.

Va detto che il tsh, l'ormone tireotropo prodotto dall'ipofisi, è una sorta di semaforo che aumentando o diminuendo ci avvisa che la nostra tiroide ha qualche problema.

";i:2;s:1507:"

Ma in realtà cos'è veramente il t4?

Ora il t4, di cui abbiamo parlato prima e che in realtà è un ormone inattivo contrariamente a quanto ci fanno credere, nel fegato si converte in t3, ormone attivo. Questa conversione non avviene correttamente il più delle volte per vari motivi. Quindi finiamo per assumere solo t4 in realtà. I risultati sono gonfiore, aumento di peso, brain fog, affaticamento generale, perdita di capelli, intolleranza al freddo.

Questi sono solo alcuni dei sintomi che denotano un ipotiroidismo che permane nonostante l'assunzione del farmaco.
Ma perchè nonostante questo e nonostante molte persone lamentino di non avvertire alcun miglioramento con il solo t4 i medici continuano a prescrivere Eutirox, bollando i malcapitati come paranoici, stressati o mangioni?

Perchè Eutirox è un farmaco imposto purtroppo. Si sospetta che dietro ci siano interessi economici delle lobby che hanno spinto questo farmaco al punto che i farmaci che funzionavano veramente, come la tiroide secca in vendita fino al 2011, siano stati tolti dal commercio in Italia.

A questo si aggiunge che i parametri relativi alle analisi non sono universali, non vanno bene per tutti. Avere spesso un tsh nei range assumendo Eutirox e avvertire i sintomi sopra descritti, significa che Eutirox non va bene per quel soggetto a causa di un malassorbimento o di una scorretta conversione in t3 o per altri motivi.

";i:3;s:828:"

Ma cosa succede se il t4 non basta?

In un post precedente a proposito della validità della tiroide secca ho riportato un'affermazione di Janie Bowthorpe dal suo libro Stop The Thyroid Madness, “Un farmaco che contenga solo T4 funziona bene come un ascensore che arriva solo al quinto piano di un grattacielo di 50 piani. Certamente potrete sentirvi un pochino meglio e notare qualche risultato, ma vi rimarrà comunque una pletora di sintomi da ipotiroidismo dovuti ad un trattamento inadeguato”.

Questo concetto esprime perfettamente il motivo per cui Eutirox spesso non funziona, ma i pazienti sono costretti ad assumerlo perchè la Sanità passa quello e basta, perchè i medici endocrinologi sono arroccati su Eutirox senza ascoltare veramente come sta il paziente.

";i:4;s:857:"

I pazienti con patologie tiroidee sono veramente tutti uguali?


Siamo considerati come una sorta di catena di montaggio, tutti uguali e per tutti va bene quel farmaco. Per fortuna recentemente, dietro le vive proteste di molti pazienti che, informandosi, hanno cominciato a capire come sta veramente la situazione e grazie ai gruppi su facebook che hanno fatto luce sul problema, alcuni endocrinologi più evoluti rispetto alla massa, hanno adottato un approccio diverso alla cura delle patologie tiroidee.

Non più Eutirox a manetta dunque, ma tiroide secca, che contiene tutti gli ormoni prodotti dalla tiroide umana, oppure una combinazione di ormoni sintetici t3 e t4, in pratica Ibsa.

Con queste alternative le persone sotto cura hanno riscontrato diversi miglioramenti in termini di salute e qualità della vita.

";i:5;s:2341:"

La situazione in Italia


Il problema è che vige ancora un forte ostruzionismo nei confronti delle cure alternative e alcuni medici, anche di base, hanno reagito in maniera piuttosto accesa di fronte alla richiesta di pazienti che volevano cambiare cura o chiedevano alcune analisi per poterlo fare.

Ognuno è diverso ed ognuno reagisce in maniera diversa ad un farmaco. E' questo che i medici dovrebbero capire e non arroccarsi su posizioni obsolete anche per una cattiva informazione in merito. Si è assistito infatti anche a scene tragicomiche di medici che alla richiesta di Ibsa, venduto comunemente in farmacia tra l'altro, hanno reagito in malo modo dicendo che loro non prescrivevano omeopatici!

In realtà Ibsa è un farmaco di fascia C, a tutti gli effetti un farmaco.

Per non parlare della tiroide secca, molti medici infatti affermano che con quella ci si rovina dando prova di totale disinformazione in merito.

Il panorama è piuttosto desolante e difatti cominciano a fioccare le richieste e le petizioni di pazienti stanchi di essere trattati come anelli di una catena di montaggio e che chiedono che la tiroide secca venga venduta anche in Italia, come lo era fino al 2011, e a costi accessibili.

Di seguito vi riporto il link ad una petizione riguardante la tiroide secca.

https://www.change.org/p/dott-luca-pani-resp-a-i-f-a-e-per-conoscenza-al-ministero-della-salute-di-roma-teofarma-cinetic-t3-tiroide-vister-3254415f-344f-4750-8358-45f70ff3164a

Raggiungere il numero di firme permetterà anche a chi ha difficoltà economiche di potersi curare con la tiroide secca a prezzi accessibili e soprattutto acquistandola in Italia.

Qui di seguito invece alcuni link informativi ai gruppi su facebook che si stanno occupando del problema e che sono veramente seri e pieni di info utili.

Tiroide approccio evolutivo

Ipotiroidismo e alternative all'Eutirox

Per altre info vi segnalo invece il sito
ancoraipo";}}

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail