Ipotiroidismo, i cibi ricchi di amidi sono controindicati?

Chi sofre di ipotiroidismo dovrebbe ridurre i carboidrati e in particolare quelli amidacei. Vediamo perchè.

Potato soup

Chi soffre di ipotiroidismo dovrebbe ridurre i carboidrati, in particolare quelli amidacei. Vediamo perchè.

L'ipotiroidismo è una patologia autoimmune in cui la tiroide lavora troppo poco e quindi produce ormoni tiroidei insufficienti per soddisfare le diverse funzioni dell'organismo.

Si manifesta di solito con aumento di peso, gonfiore, sensibilità al freddo e pallore. In queste condizioni la dieta dimagrante non basta.

Occorrerà quindi rivedere l'intera alimentazione. In condizioni di ipotiroidismo infatti si tende ad avere maggior desiderio di carboidrati soprattutto amidacei e zuccherini.

Questo avviene perchè nell'organismo viene meno la produzione di serotonina, l'ormone del buonumore responsabile delle sensazioni di piacere e calma. Il consumo di carboidrati aumenta le quantità di serotonina per questo l'organismo tende a ristabilire l'equilibrio richiedendone sempre più.

Siccome l'organismo in ipotiroidismo non è in grado di gestire le calorie in eccesso è meglio evitare il consumo di pane e pasta raffinati, riso brillato, dolci, verdure amidacee come le patate e sostituire questi alimenti con pane, pasta integrali, verdure a foglia verde e frutta.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail