Intestino e tiroide, i consigli del Prof. Berrino

L'intestino gioca un ruolo fondamentale nell'ambito delle malattie autoimmuni. Il Prof. Berrino ci spiega la correlazione tra intestino e tiroide.

Vector icon set of human internal organs in flat style

L'intestino gioca un ruolo fondamentale nell'ambito delle malattie autoimmuni. Il Prof. Berrino ci spiega la correlazione tra intestino e tiroide.

Quando l'intestino non funziona bene si verifica uno squilibrio della flora batterica che va ripristinato se vogliamo migliorare il decorso di patologie autoimmuni come quelle correlate alla tiroide.

L'intestino va risanato dunque per permettere il benessere generale.
Ma in che modo? Attraverso l'alimentazione, in modo particolare assumendo fibre.

Le fibre vanno assunte consumando alimenti come topinambur o i cereali integrali, i cereali integrali vanno cotti a lungo e passati per esempio per ottenere la crema di riso integrale.

Con questo tipo di alimentazione si guarisce l'intestino e di conseguenza si ottiene un miglioramento della patologia tiroidea che spesso porta a fare a meno di Eutirox, la levotiroxina sintetica che molti affetti da malattie tiroidee assumono quotidianamente.

Sarebbe quindi opportuno che chi soffre di patologie autoimmuni come quelle tiroidee si rivolgesse in primis ad un medico endocrinologo specializzato nell'approccio funzionale.

Un medico che tenga conto anche dello stato di altri organi, intestino in particolare, con una terapia mirata a ristabilire il benessere generale dell'organismo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail