Sciroppo omeopatico Stodal per la tosse, le dosi consigliate per ogni età


La tosse è davvero un fastidioso disturbo, ma ci sono numerosi prodotti per curarla. Tra questi c’è il famoso sciroppo omeopatico Stodal, usato dagli adulti, ma anche dai bambini, con un’età superiore ai due anni. È indicato per le laringiti, le tracheiti, per i problemi respiratori derivanti da raffreddamento e anche per le bronchiti. Aiuta a calmare la tosse secca e produttiva. Purtroppo capita spesso di avere questa malattia, basta un raffreddamento o un calo eccessivo delle temperature.

La tosse è tipica della stagione fredda, ma non pensiate che in estate non sia possibile ammalarsi: basta una sudata di troppo e l’aria condizionata in stile Siberia. Perché mai utilizzare uno sciroppo omeopatico? Prima di tutto perché, in assenza di particolari allergie, non comporta effetti collaterali. Di conseguenza diventa molto comodo anche per curare i bimbi.

Le dosi terapeutiche sul flacone consigliano agli adulti di prendere un cucchiaino da caffè di sciroppo dalle 3 alle 5 volte al giorno. La stessa dose è indicata per i bambini. La cosa migliore è evitare ovviamente il fai-da-te. Anche se si tratta di un prodotto naturale, indicato per tutta la famiglia, è sempre meglio chiedere la prescrizione medico. Consultate un dottore omeopata per stare tranquilli e non commettere ovviamente degli errori.

Di seguito trovate la composizione del farmaco, per verificare che non ci sia qualche sostanza cui siete allergici: Anemone pulsatilla 6 CH; Rumex crispus 6 CH; Bryonia dioica 3 CH; Ipecachuanha 3 CH; Spongia tosta 3 CH; Sticta pulmonaria 3 CH ; Antimonium tartaricum 6 CH; Myocarde 6 CH; Coccus cacti 3 CH; Drosera TM aa 0,95 g. Gli eccipienti, invece, sono il saccarosio, l’etanolo al 96% V/V (0,340 g pari a 0,526 ml per 100 ml), l’acido benzoico, il caramello e l’acqua purificata q.b. a 100 g.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: