Olio essenziale di bergamotto, come utilizzarlo per curare la depressione

Gli oli essenziali essendo oli volatili hanno un forte potere sulla sfera emozionale, attraverso gli aromi che sprigionano possono infatti influire sulle emozioni e aiutare anche nella cura di disturbi come ansia e depressione.

kaffir lime plant

L'olio essenziale di bergamotto in modo particolare, svolge questa funzione così importante, ha infatti un profumo fresco/agrumato che rasserena e allevia stress, ansia e depressione.

Da ricordare tuttavia che affinchè un olio essenziale come quello di bergamotto sia veramente efficace per curare gli stati depressivi, non deve dare fastidio all'olfatto, deve quindi suscitare sensazioni piacevoli.

Vediamo quindi come va usato l'olio essenziale di bergamotto per curare la depressione. L'olio si può mettere in una bottiglietta e annusare all'occorrenza. Anche un fazzoletto si può bagnare con qualche goccia di olio di bergamotto e annusare, come anche si può mettere sul palmo delle mani, 1-2 gocce, le mani vanno poi strofinate e messe a coppa sul naso facendo 4-6 respiri profondi e lenti.

L'uso classico prevede quindi inalazioni e l'utilizzo tramite un diffusore di aromi. Ma le proprietà antidepressive dell'olio essenziale di bergamotto si possono sfruttare anche attraverso il massaggio, diluendone 12 gocce in un olio base tipo sesamo o mandorle dolci.

Per un bagno che allevi la depressione si possono sciogliere circa 10 gocce nell'acqua calda oppure sciolte prima in un olio base e poi versate nell'acqua.

Ricordate che, soprattutto per le pelli sensibili, l'olio essenziale di bergamotto va diluito in un olio base prima di essere utilizzato per massaggi e che è fotosensibilizzante, non va quindi usato se ci si espone al sole.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail