Reflusso gastroesofageo, i sintomi e le cure

(continua da pagina 2 )

Quali le cure adatte per guarire dal reflusso gastroesofageo?

Per alleviare i sintomi di solito il medico prescrive degli antiacidi che però servono solo per alleviare il bruciore di stomaco, ma non possono essere presi a lungo per evitare effetti collaterali.

Per bloccare gli acidi gastrici è possibile assumere, sempre dietro prescrizione medica, i cosidetti inibitori della pompa protonica.

Tuttavia, bisogna tener presente che comunque i farmaci non risolvono il disturbo e che è opportuno adottare alcune modifiche dello stile di vita come ridurre l'alcol e la caffeina, seguire una dieta povera di grassi e tenere la testa leggermente sollevata di notte per evitare la risalita degli acidi nell'esofago.

Alcuni esercizi fisici poi andrebbero evitati per non peggiorare il disturbo. Per esempio non andrebbero eseguiti crunch inversi e posizioni yoga che prevedono la testa in giù o comunque particolari posizioni del capo che possano favorire la risalita degli acidi gastrici.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail