Infermiera del Corat di Livorno arrestata per aver falsificato 400 referti oncologici

Infermiera del Corat di Livorno arrestata per aver falsificato 400 referti oncologici

Una vicenda che ha dell'incredibile talmente è spaventosa. Passi il lazzaronismo dei "fannulloni" di Brunetta, ma che questo atteggiamento implichi il giocare con la vita delle persone no. La vicenda deve essere ancora chiarita (aspettiamo smentite o confessioni della diretta interessata), ma un'infermiera del Corat di Livorno, Susanna Fiorini, 49 anni, è stata arrestata con […]

Una vicenda che ha dell'incredibile talmente è spaventosa. Passi il lazzaronismo dei "fannulloni" di Brunetta, ma che questo atteggiamento implichi il giocare con la vita delle persone no.

La vicenda deve essere ancora chiarita (aspettiamo smentite o confessioni della diretta interessata), ma un'infermiera del Corat di Livorno, Susanna Fiorini, 49 anni, è stata arrestata con la pesantissima accusa di manomissione di referti medici.

Questo provoca di conseguenza imputazioni per lesioni personali aggravate, falsità materiale commessa da dipendente pubblico incaricata di pubblico servizio e abuso d'ufficio.

I referti manomessi sarebbero stati più di 400 e sarebbero referti di test oncologici (ovvero per scoprire tumori): 33 pap test e 368 al colon retto. L'infermiera è accusata di aver liquidato come "negativi" test che non lo erano e quindi a 18 persone il cancro è stato diagnosticato con notevole ritardo, con ovvie conseguenze per la salute.

Diciotto persone sono malate e lottano contro una malattia terribile per colpa di una "disattenzione". Ma potrebbero essere molti di più: per questo la procura ha incaricato un medico di svolgere una consulenza tecnica sui referti manomessi.

Continua a leggere su Blogosfere Cronaca e Attualità

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog