Come funziona la dieta a punti e come si fa il calcolo delle calorie

dieta a punti

La dieta a punti si basa sull'assegnazione di un punteggio a tutti i cibi inseriti nell'alimentazione quotidiana. Chi la segue può magiare ciò che vuole, l'unica regola è non superare il punteggio massimo da spendere durante la giornata, assegnato ad ognuno in base al peso iniziale. Questo punteggio varia dai 60 ai 40 punti. Chi vuole mantenere il proprio peso iniziale averà a disposizione 60 punti, mentre per dimagrire il totale di punti da spendere durante la giornata sarà inferiore, ma, in ogni caso, mai al di sotto di 40.

Non si tratta, quindi, della scelta ideale per chi non ama fare troppi conti. Non solo, riuscirsi ad organizzare è molto importante per non rischiare di arrivare a cena senza più punti a disposizione.

Per sapere quanti punti sono associati a ciascun alimento basta consultare delle apposite tabelle (potete trovarne una qui). E' proprio da queste tabelle che iniziano i conti da fare: i punteggi sono, infatti, assegnati a 100 grammi di cibo e, quindi, pesare ciò che si mangia è fondamentale per sapere quanti punti si stanno spendendo ogni volta che si mette qualcosa nel piatto.

Stando a quanto riportato nelle tabelle, di alcuni cibi si possono fare delle scorpacciate. E' questo, ad esempio, il caso del salmone, pesce noto per la sue proprietà salutari (è ricco di acidi grassi omega 3) e che corrisponde a 0 punti. Ben diversa è la situazione delle portate a base di carboidrati, quando 100 grammi di un cibo possono valere, da soli, tutti i 60 punti spendibili durante la giornata.

In generale, agli alimenti più ricchi di proteine è associato un punteggio minore, mentre sono proprio i cibi ricchi di carboidrati a valere di più. Sembra proprio, insomma, che anche questa dieta, come molti dei regimi dietetici che vanno di moda in questo periodo, punti a un dimagrimento basato sulla riduzione dei carboidrati a favore delle proteine. Meglio, quindi, ricordare i rischi associati alle diete iperproteiche e riflettere sul fatto che per la maggior parte degli esperti di nutrizione il modo migliore di dimagrire mantenendosi in salute è abbinare a un regime dietetico sano ed equilibrato un'altrettanto sana attività fisica.

Via | DietaLand
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: