Cosa mangiano gli italiani? È boom per i “free from”

Cosa mangiano gli italiani? È boom per i “free from”

Ecco cosa mangiano gli italiani a tavola secondo un nuovo e interessante studio.

Cosa mangiano gli italiani? Forse vi sorprenderà sapere che negli ultimi anni siamo diventati più attenti alle etichette, ed in particolar modo siamo sempre più alla ricerca di prodotti “Free From”. Ma di quali prodotti stiamo parlando esattamente?

Si tratta di cibi che non contengono specifici ingredienti o sostanze, come ad esempio quelli senza zuccheri aggiunti, i prodotti senza glutine, i latticini senza lattosio, la carne senza antibiotici, i cibi senza glutammato o conservati e molto altro. A partire dallo scorso anno si è inoltre registrato un aumento di prodotti emergenti, ovvero quelli “senza lievito” e quelli “non fritti”.

Negli ultimi anni il consumo e la richiesta di tali prodotti è cresciuta in maniera esponenziale, e promette di crescere ulteriormente entro il 2026, quando – secondo l’Allied Market Research – il mercato mondiale dei “free from” potrebbe superare i 161 miliardi di dollari di valore, registrando una crescita dell’80% rispetto al 2018.

Accanto agli alimenti “Free From” cresce anche la richiesta di quelli “rich-in”, ovvero quelli arricchiti, ad esempio, con Omega 3, prodotti arricchiti di ferro, proteine e altri alleati benefici per la nostra salute.

A spiegare l’andamento di questo fenomeno è stata Federica Bigiogera, marketing manager di Vitavigor, che sottolinea:

Il fenomeno del free from e del rich-in nel settore food è un trend internazionale che sta conquistando anche in Italia sempre più i consumatori e quote di mercato, a maggior ragione in seguito ai mesi di lockdown durante i quali le persone hanno avuto modo di meditare sui propri consumi e sulla propria salute.

Ciò ci avrebbe portati dunque a compiere scelte alimentari che, inevitabilmente, ci condizionano anche quando ci troviamo al supermercato. Anche voi avete optato per alimenti free from o rich-in? E se si, di quali si tratta?

Foto di Public Co da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog