Punti neri fase quattro: idratare

Per non rischiare che la vostra pelle soggetta a punti neri perda le sue riserve di acqua, è necessario trovare dei metodi per idratarla. Dopo la fase di purificazione, le maschere e la detersione, è importante anche pensare a come non farla seccare troppo.

Il problema esiste: sulla pelle grassa non vanno mai applicate creme grasse (e in generale quelle con alti contenuti in glicerina) che rischiano di otturare i pori, provocando la comparsa, appunto, di fastidiosi punti neri.

E allora? E allora le alternative esistono. Come ad esempio i nuovi "sieri anti sete", prodotti ormai dai maggiori marchi: in forma liquida, si applicano sulla pelle con la punta delle dita, e sono ad assorbimento immediato.

Oppure, si può optare per le "acque termali". Ce ne sono tantissime, soprattutto di origine francese, che si applicano spruzzandole sul volto. Lo si dovrebbe fare, oltre che dopo un bagno di sole, tutti i giorni.

  • shares
  • Mail