Il carbone vegetale, rimedio omeopatico

Vi debbo assolutamente raccontare della mia recente esperienza con il carbone vegetale come rimedio omeopatico. La sua efficacia è nota a tutti quelli che soffrono di meteorismo, gonfiori intestinali, acidità di stomaco. Ma non conoscevo ancora il suo utilizzo in ambito omeopatico.

Si presenta come carbone tratto dalla combustione della betulla. In omeopatia è il rimedio dell'astenia mentale, emotiva e fisica e dell'insufficienza venosa, della digestione lenta, dei gonfiori dopo pasto, della flatulenza. Dei disturbi che peggiorano la sera, dopo i pasti abbondanti di cibi grassi o vino e che invece migliorano con le eruttazioni e all'aria fresca.

Insomma, sembrava fatto apposta per me, che ancora non mi sono ripreso non solo dalle abbuffate di Pasqua ma che ancora non ho finito le scorte di cioccolato avanzato. L'anno prossimo metto fuori un cartello: uova di pasqua? No grazie!

Comunque dopo due giorni di assunzione regolare di carbone vegetale, senza nemmemo modificare di molto la mia dieta, ho trovato davvero un grande beneficio, soprattutto sull'acidità di stomaco. Non ho più lo stomaco in fermento e soprattutto la mia digestione è regolare e non ho più tanto sonno dopo i pasti, segnale tipico di intossicazione. Questa la mia esperienza, qualcuno mi racconta la sua?

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: