Siamo depressi perché siamo tecnologici

I detrattori della tecnologia a tutti i costi stanno per avere la loro rivalsa. A quanto pare la tecnologia ci semplifica la vita, sì, ma ci rende tristi. Colpa del telefonino che lungi dal garantirci il controllo costante sulla realtà circostante ci rende invece ansiosi (soprattutto quando non possiamo usarlo). Ma anche di Internet.

Lo afferma la psicoterapeuta Paola Vinciguerra, psicoterapeuta, Presidente dell'EURODAP, Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico e Direttore dell'Unita' Operativa Attacchi di Panico presso la Clinica Paideia di Roma. La ragione? Siamo diventati dipendenti dalla tecnologia tanto da sentirsi smarriti quando ne siamo privi.

Passi sul lavoro, dove la tecnologia è diventata strumento indispensabile. Ma davvero non siamo più capaci di farne a meno? Davvero non siamo più capaci di crearci alternative diverse per il tempo libero? A voi la tecnologia – o la sua assenza forzosa – crea ansia o una sensazione di libertà?

Via | Farmacia.it

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: