Un italiano su due presto allergico: in arrivo il vaccino biotech

polline allergieNel 2020 un italiano su due sarà allergico a qualcosa, probabilmente ai pollini o svilupperà un'intolleranza alimentare, ma il fatto è che la metà della popolazione sarà affetta da questa forma di disturbo. Non è che si voglia generare la pandemia, ma credo tutti ci siamo accorti del fatto che sempre più persone, e sempre più bambini, sviluppano reazioni o patologie allergiche.

Non solo aumenterà il numero degli allergici, a causa dei cambiamenti climatici e dell'inquinamento aumenterà anche il periodo di sofferenza, oggi circoscritto ai mesi primaverili. Per cercare di arginare questo problema si sta studiando un nuovo tipo di vaccino, basato sulle biotecnologie.

A differenza di quelli in commercio oggi, che agiscono sull'organismo abituandolo poco a poco alla sostanza a cui è allergico, con una somministrazione graduale dell'allergene, i nuovi vaccini prevedono di agire sulle diverse molecole allergeniche pure prese singolarmente. Per scoprire a quali molecole pure si è allergici si può fare il test Isac, già attivo presso l'ospedale Meyer di Firenze, l'Istituto Dermatologico dell'Immacolata di Roma e al Gaslini di Genova. Per il vaccino biotech, così allettante, occorre invece aspettare un paio di anni.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail