Bassa natalità, in Italia è colpa della crisi economica

Le ristrettezze farebbero anche rinunciare alla procreazione medicalmente assistita

bassa natalità

Se gli italiani fanno pochi figli è anche colpa della crisi economica. A pensarlo sono i ginecologi, gli andrologi e gli urologi interpellati dal Censis per la ricerca “Diventare genitori oggi: il punto di vista degli specialisti”, realizzata in collaborazione con Fondazione Ibsa.

Molti medici riconducono infatti la bassa natalità soprattutto a motivi di tipo economico. La situazione sarebbe tale per cui la crisi economica scoraggerebbe anche le coppie che per avere un bambino dovrebbe provare ad affidarsi alla procreazione medicalmente assistita (pma).

Attualmente in Italia la pma è regolamentata dalla legge 40/2004, una legge che secondo il 76% degli specialisti avrebbe bisogno di una revisione. Gli esperti sottolineano soprattutto che nelle diverse regioni non sono garantite né la stessa qualità nei trattamenti né la gratuità di accesso alle cure. Infatti in Italia il 54% dei centri in cui si può effettuare pma iscritti al registro nazionale è privato e questa percentuale sale al 69% al Sud.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Censis

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail