Condropatia rotulea: i sintomi, gli esercizi e la terapia da seguire

condropatia rotulea

La condropatia rotulea è un disturbo in cui la cartilagine che dovrebbe ammortizzare le forze esercitate sul ginocchio non riesce più a svolgere la sua funzione. I principali sintomi di questa condizione sono dolori che aumentano soprattutto quando si fanno le scale.

Il riposo è un aspetto fondamentale della terapia che aiuta a superare il problema, ma esistono anche esercizi specifici che consentono di recuperare al meglio la funzionalità del ginocchio. Solo nei casi più gravi è necessario ricorrere all'intervento chirurgico.

Lo strato di cartilagine che si trova sotto alla rotula può danneggiarsi a causa di traumi o di un uso eccessivo. Per questo motivo alcuni sportivi, come i corridori e i saltatori, sono più soggetti alla condropatia rotulea. Tuttavia, il problema può comparire anche solo perché le ossa del ginocchio non sono allineate correttamente.

In genere il dolore è localizzato davanti al ginocchio e può diventare più acuto anche quando ci si inginocchia, si eseguono degli squat o si sta seduti a lungo con le ginocchia piegate. Fra è sintomi è inclusa, a volte, anche una sensazione di scricchiolio quando si stendono le ginocchia. Gli antidolorifici possono aiutare a calmare il dolore, ma se i sintomi non spariscono entro pochi giorni è meglio rivolgersi a un medico.

La terapia può includere il riposo, raffreddare il ginocchio con del ghiaccio, l'uso di supporti ortopedici per proteggere l'articolazione migliorare l'allineamento della rotula e fasciature che, oltre a ridurre il dolore, migliorano le capacità di movimento. Solo in rari casi sé necessario intervenire chirurgicamente.

Anche gli esercizi mirati a rafforzare i muscoli che supportano il ginocchio e controllano l'allineamento delle gambe fanno parte di una corretta terapia. I movimenti migliori sono quelli che allenano il quadricipite, il tendine del ginocchio e i muscoli intorno all'anca, soprattutto gli adduttori. Ecco qualche esempio:


  • con un cucino sotto al ginocchio, contraete il quadricipite e, contemporaneamente, spingete il ginocchio verso il basso e alzate il piede, ripetendo il movimento per 20 volte. Fate lo stesso esercizio con il piede rivolto verso l'esterno.
  • eseguite 20 squat con la schiena appoggiata al muro e mantenendo la posizione per 5 secondi.
  • in piedi su uno scalino, contraete il quadricipite e piegate il ginocchio facendo scendere la gamba opposta, poi riportatela sul gradino. Ripetete per 20 volte.

Il numero di ripetizioni può essere aumentato gradualmente (ogni 2 giorni di 5, fino a un massimo di 60). Gli esercizi devono essere abbinati allo stretching del quadricipite, del tendine posteriore del ginocchio, dell'esterno della coscia e dei muscoli del gluteo.

Gli sport più adatti nella fase di recupero sono quelli che affaticano meno il ginocchio, come il ciclismo e il nuoto.

Via | Mayo Clinic; osteopata.it
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail