Curare il calazio: esistono rimedi naturali?

Quali sono i rimedi naturali per la cura del calazio? Dalla camomilla alla malva, dagli impacchi caldi all’acqua borica.

Il calazio è un’infiammazione abbastanza comune della palpebra ed è ovviamente dolorosa, oltre ad annebbiare la vista. È causata da un’irritazione della ghiandola di Meibomio, che si occupa della corretta espulsione dei liquidi e delle secrezioni per la lubrificazione della parete oculare. Il calazio come si può curare? Esistono dei rimedi naturali che possono dare sollievo?

orzaiolo omeopatia

La prima cosa che ci sentiamo di consigliare sono impacchi caldi (meglio tiepidi). Appoggiate dei panni, magari di lino o di morbido cotone, riscaldati sul termosifone o pressati sotto un asse da stiro. Non devono essere bollenti, ma devono rilasciare un piacevole tepore. Il panno va poi messo sull’occhio interessato e aiuterà il calazio a spurgare e di conseguenza velocizzerà la guarigione.

Tra i rimedi della nonna, che personalmente utilizzo spesso anche per altre problematiche, come la congiuntivite, c’è la camomilla. Fate un infuso e lasciatelo intiepidire. Utilizzando poi due dischetti di cotone lavate gli occhi. Potete anche lasciarli appoggiati per qualche minuto, come se fosse un impacco. La camomilla è nota per le proprietà antiinfiammatorie.

Tra i lavaggi che si possono fare, c’è anche quello con l’acqua borica. Ovviamente, l’occhio va tenuto chiuso. Ottima anche la malva, che è un noto decongestionante. Una raccomandazione: non utilizzate tisane in bustina. Acquistatele in erboristeria e possibilmente devono essere in fiore o in semi.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail