Come si fa a dimagrire a 60 anni in modo efficace e duraturo

Smaltire i chili di troppo diventa più difficile man mano che gli anni passano, perché il metabolismo rallenta. Vediamo come riuscire nell'impresa in modo efficace

Per dimagrire quando si è over 60 non si può pretendere di farlo in poco tempo e con gli stessi risultati di quando si ha la metà degli anni. Infatti dopo la mezza età si ingrassa più facilmente perché il metabolismo tende a rallentare e il corpo accumula più facilmente cuscinetti adiposi.

Intervengono, poi, fattori endocrini e ormonali, ad esempio è noto che le donne in menopausa a causa della cessazione dell'attività ovarica e quindi della mancanza di ormoni estrogeni tendono a mettere su peso in particolare concentrato nella zona addominale.

Dimagrire-60-anni

Anche gli uomini, dal canto loro, dopo i 50-60 anni - per via del calo nella produzione del testosterone tendono a bruciare meno energie e quindi ad ingrassare. Eppure sappiamo, come ci spiegano i medici, che molte serie patologie sono collegate con l'eccesso ponderale e con l'obesità, come i tumori, le patologie cardiache e il diabete di tipo 2 collegato con la sindrome da insulino-resistenza.

Ecco perché è consigliabile cercare di mantenere, o di recuperare il peso forma anche dopo i 60 anni, non tanto e non solo per ragioni estetiche. Vediamo qualche consiglio per dimagrire in modo facile e d efficace, ma soprattutto duraturo dopo i 60 anni.

La dieta ideale a questa età è quella mediterranea "povera", con un taglio delle calorie ma non delle sostanze nutritive necessarie al benessere. Il fabbisogno energetico per dimagrire quando si hanno 60 anni è di circa 1500-1600 calorie al giorno per le donne e di 1700-1800 per gli uomini. I nutrienti devono essere così suddivisi:


  • Carboidrati: 50-60% del totale
  • Proteine: 15-20%
  • Grassi: 25-30%

E' importante, per stimolare il metabolismo, che gli over 60 che intendono dimagrire effettuino 5 pasti al giorno di cui 3 principali e 2 spuntini. Da preferire, come fonti di carboidrati, riso e pasta (da farina bianca ma anche integrale) e frutta, mentre sono da abolire o ridurre al minimo i dolci. Le migliori fonti proteiche sono: il pesce (da consumare almeno 3 volte alla settimana), i legumi sia freschi che secchi, il pollame e la uova.

Da limitare i latticini (ma yogurt e ricotta sono da preferire), e la carne, soprattutto rossa. I grassi migliori sono gli oli vegetali spremuti a freddo, possibilmente a crudo, soprattutto l'olio d'oliva extravergine, l'olio di semi di lino, di soia, di sesamo.

Per dimagrire bisogna anche aumentare l'apporto di fibre derivanti da frutta e verdura (5 porzioni al giorno o anche di più), e dai legumi (da consumarsi anche ogni giorno). I pasti devono esser frugali, ma equilibrati, a cominciare dalla prima colazione, in cui dovrà essere necessariamente inclusa una fonte proteica (ad esempio il latte, anche vegetale).

Per dimagrire non basta ridurre l'apporto calorico, bisogna anche fare più moto. Anzi, lo sport è la vera chiave per smaltire i chili di troppo. Non tutte le attività fisiche sono, però, ugualmente indicate.

In linea di massima meglio optare per le attività soft, ad empio una bella camminata a passo veloce di mezzora al giorno, ginnastica dolce, pilates e tapis roulant. L'essenziale è non rimanere inattivi a lungo, anche per mantenere elastiche e sane le articolazioni.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail