Parrucchieri e prodotti di bellezza low cost, i rischi per la salute

Caduta dei capelli, prurito, infezioni e reazioni allergici. La bellezza low cost può costare cara… alla salute.

Risparmiare non è sempre la scelta più saggia, soprattutto quando si mette a rischio la propria salute. Anche in campo estetico bisogna fare molta attenzione, soprattutto nella scelta dei prodotti e dei professioni cui ci si affida. In questi ultimi anni c’è stato un vero e proprio boom di economici parrucchieri cinesi, direttamente proporzione a molti casi di allergia alle tinte, di dubbia provenienza. A lanciare l’allarme è dotto Fabio Rinaldi, presidente dell’IHRF, International Hair Research Foundation.

parrucchiere

Saranno tre o quattro mesi che stiamo assistendo a un incremento esponenziale di pazienti che vengono da noi in studio non tanto dopo aver fatto un banale taglio di capelli dai cinesi, bensì qualche trattamento con cosmetici, soprattutto tinture permanenti, probabilmente contenenti sostanze pericolose, riscontrando in seguito delle grosse reazioni infiammatorie: si parte da un semplice prurito o arrossamento della pelle, sintomi che comunque devono essere curati, per arrivare a infiammazioni di gran lunga più forti che, se trascurate, possono portare all’alopecia cicatriziale e, quindi, a patologie semi-gravi con eventuale caduta importante di capelli.

Purtroppo i rischi non riguardano solo i capelli. Bisogna prestare molta attenzione anche agli attrezzi utilizzati, come quelli per la manicure, perché possono causare numerose infezioni. Poi, ricordate di contattare subito il medico se avvertite qualche sintomo, anche del semplice prurito, in modo tale da bloccare qualsiasi reazione allergica e non solo.

Naturalmente non si deve generalizzare, ma posso quanto meno consigliare di prestare attenzione innanzitutto alle condizioni igieniche del negozio e alla preparazione del personale per poi sincerarsi che gli attrezzi utilizzati per tagliare i capelli o sistemare le unghie siano stati opportunamente sterilizzati con gli appositi apparecchi a raggi UV. Altra cosa fondamentale è farsi mostrare la lista dei prodotti disponibili perché, per esempio, alcuni potrebbero non essere a norma CE (basta leggere sulla scatola) e, in questo caso, non conviene proprio usarli poiché non si sa neanche cosa contengano.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: