Paura dell’abbandono negli adulti, le cause e i consigli per superarla

Ecco quali sono le possibili cause della paura dell’abbandono negli adulti, e alcuni consigli per riuscire a superarla.

La paura dell’abbandono non ci permette di vivere le relazioni in maniera serena, e spesso tende anzi a rovinarle, facendo avverare quella che è il “nostro” più grande timore, ovvero quello di interrompere un rapporto importante, e rischiare così di rimanere soli. Ma quali saranno le cause che determinano la paura di essere abbandonati? Oggi, nel nostro consueto angolo dedicato alla psicologia, vogliamo parlare di un argomento caro a molte persone, sia uomini che donne. Avere paura di perdere una persona ci porta infatti ad assumere spesso degli atteggiamenti controproducenti.

Gelosia, rabbia, frustrazione, ansia e angoscia rischiano di diventare le parole chiave di un rapporto non sano, un rapporto destinato a danneggiare noi stessi a la persona che abbiamo accanto.

Ma tornando alla nostra domanda, quali possono essere le cause della paura dell’abbandono? Se è vero che l’ambiente familiare in cui abbiamo vissuto da piccoli gioca un ruolo fondamentale, è altrettanto vero che per determinate persone si aggiunge anche una certa predisposizione psicologica, che porta appunto ad una maggiore tendenza a temere di essere abbandonati dalle persone amate, amici, partner o famiglia.

Scoprire le cause del nostro problema è importante, poiché è spesso nel nostro passato, nella nostra infanzia, che possiamo trovare la risposta che cerchiamo. E scoprire la ragione che determina il nostro disagio rappresenta indubbiamente il primo passo per riuscire a comprendere cosa ci accade, e per riuscire ad affrontare le relazioni in maniera più lucida e serena, senza il terrore che la persona amata possa lasciarci da un momento all’altro.

paura abbandono

Ma alla base della paura di essere abbandonati non vi è solo la paura di perdere una persona, ma anche quella di rimanere soli. La solitudine è temuta da molte persone, ma è solo imparando a stare bene con sé stessi che si imparerà ad apprezzarla. Per questa ragione, potrebbe essere utile imparare a ritagliare dei momenti di "solitudine", approcciarsi con questa sensazione forse apparentemente così spaventosa, per poi magari rendersi conto che … stare soli di tanto in tanto non fa affatto male, ma anzi, aiuta a ritrovare un contatto con sé stessi, con il proprio “io interiore” e con le proprie emozioni. Aiuta a conoscersi meglio, e a capirsi di più.

Per riuscire ad affrontare la paura dell’abbandono sarà inoltre importante … guardare in faccia la paura stessa. La sensazione di angoscia e di ansia vi assale e temete che la persona amata possa decidere di lasciarvi da un momento all’altro? Fermatevi, respirate e domandatevi (anche a voce alta se volete): “Ci sono ragioni oggettive e tangibili che giustificano questa sensazione e questo timore?”. Parlate con voi stesse, aiutatevi a ragionare e fate emergere quella parte razionale e logica, che spesso viene schiacciata dalla paura. Vi assicuro che funziona!

In linea generale, una persona che soffre di questo genere di problema dovrebbe comunque cercare di avere partner che non siano affettivamente instabili, e che non trovino difficoltà ad impegnarsi. In ogni caso, sarà importante che lasciate alla persona amata i suoi spazi, e che al tempo stesso ve ne prendiate di vostri. Ciò non vuol dire che non vi amate abbastanza, ma che anzi vi fidate l’uno dell’altra, che vivete una relazione in maniera sana, lasciando fuori paure e gelosie che, in fin dei conti, sono spesso immotivate.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail