Barrette energetiche a base di larve e insetti: la proposta arriva da un ricercatore italiano

Un ricercatore italiano ha ideato un particolare tipo di barrette energetiche, che contengono ingredienti non proprio affini con la nostra tradizione: sono formate, infatti, da larve e insetti...

Barrette energetiche a base di larve e insetti? Ci ha pensato Stefan Klettenhammer a idearle: il giovane ricercatore altoatesino, infatti, ha sviluppato un particolare tipo di barretta, che al suo interno non contiene cereali o ingredienti simili, ma larve che però, state tranquilli, non si vedono. A prima vista sembra una normalissima energy bar.

La barretta energetica di Stefan Klettenhammer è stata premiata dall'Accademia svizzera delle scienze tecniche ed è stata stata sviluppata insieme al giovane collega della Società Svizzera di Scienza e Tecnologia degli Alimenti Meinrad Koch. Il sapore è molto timile a quello delle barrette tradizionali che troviamo in ogni supermercato ormai, ma questa barretta al musli contiene al suo interno ingredienti che non sono tipici della nostra tradizione.

All'Ansa il ricercatore 27enne spiega:

Nel 2050 sul nostro pianeta ci saranno circa 9 miliardi di abitanti. Per nutrirli la produzione agricola dovrà quasi raddoppiare, con pesanti effetti per l'ambiente. Salirà il prezzo di carne e verdure.

Ed ecco che gli insetti potranno essere la risposta ai nostri problemi: gli allevamenti sono low tech e si possono avviare anche in paesi poveri del mondo. E poi secondo il ricercatore possono avere un ottimo sapore, dipende da come sono preparati: questa barretta, ad esempio, contiene il 23% di proteine, metà delle quali arrivano dai vermi della farina.

Il progetto potrebbe non rimanere solo su carta: potrebbe anche essere commercializzata, visto l'interesse mediatico scaturito dalla sua realizzazione.

Barrette energetiche

Via | Ansa

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail