Il polidestrosio fa male? I benefici della fibra

Il polidestrosio è un additivo alimentare (E1200), ma negli ultimi anni è stato inserito nella categoria di “fibra alimentare”, comparendo nelle etichette sotto questa categoria. Lo si trova in molti integratori e prodotti dietetici. Che cos’è? Si tratta di un polisaccaride artificiale indigeribile. È quindi indicato nei cibi light come sostituto dello zucchero (ha solo il 25 percento delle calorie dello zucchero), aumenta il potere saziante e diminuisce di conseguenza quello calorico.

Pro e contro del polidestrosio, un additivo alimentare sintetico considerato una fibra, ideale negli alimenti dietetici.

barretta dietetica

Come sappiamo le fibre, naturali o artificiali, sono molto utili per migliorare il transito intestinale, soprattutto se l’intestino è pigro. Ovviamente, va assunto con molta acqua: bere molto è la regola d’oro più diffusa. Attenzione, però, perché esagerare fa male: alte dosi infatti causa diarrea, meteorismo e crampi addominali. E non è tutto, perché diminuisce il pH fecale e aumenta la produzione di acidi grassi a corta catena.

Ha dimostrato effetti benefici nel controllo dei livelli di zucchero nel sangue, ciò vuol dire che in caso di diabete può essere molto utile. Tra i benefici, ci sono anche la capacità di abbassare i livelli di colesterolo LDL, i trigliceridi, le lipoproteine e la pressione sanguigna.

Via | My Personal Trainer; Crnll

Foto | Pinterest

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail