Luce pulsata sul viso, quali sono i rischi

La luce pulsata si utilizza per la depilazione ma anche per il fotoringiovanimento. Non è un trattamento senza rischi, ecco quindi chi deve evitarlo e perché.

Una fastidiosa peluria sul mento e soprattutto quegli odiati baffetti che non si fanno in tempo a strappare che sono già ricresciuti. Come sapete i peli dipendo moltissimo dal sistema ormonale e poi dalla luce del sole, ne consegue che in estate, quando avremmo più necessità di coprirli, loro tendono a ricrescere più velocemente. Avete dunque deciso di darci un taglio definitivo (o quasi) e di fare la luce pulsata sul viso. Ci sono dei rischi?

luce-viso

La luce pulsata serve anche per correggere alcuni difetti estetici, come l’iperpigmentazione, le rughe, la rosacea o alcune sottili linee (chiamiamole rughe di espressione). La tecnica è quella del foto ringiovanimento e si ottengono buoni risultati, ma come sapete questo trattamento non è totalmente innocuo. Deve evitare la luce pulsata chi è fotosensibile o comunque chi è predisposto alla comparsa di cicatrici. Purtroppo, questa tecnica è abbastanza aggressiva – soprattutto se non è calibrata da mani esperte.

Inoltre, non devono sottoporsi al trattamento chi ha la pelle troppo scura, perché il fascio di luce non vedrebbe il pelo, chi soffre di epilessia o chi ha avuto una storia di melanoma o di tumore cutaneo. Attenzione poi se astate assumendo dei farmaci, che potrebbero rendervi fotosensibili, così come se siete incinta, se avete lentiggini di grosse dimensioni o se soffrite di problemi cardiocircolatori. La luce non deve colpire ferite o zone operate, prima almeno di una completa guarigione. Per il viso, poi, si raccomanda di coprire gli occhi molto bene.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail