Psicologia di coppia, come fare pace in 7 semplici mosse

Ecco i consigli degli esperti per risolvere i conflitti e ricominciare a comunicare

La vita di coppia, si sa, non è fatta solo di momenti indimenticabili vissuti insieme. La quotidianità mette continuamente alla prova la solidità di un rapporto, testandola con scontri e conflitti dopo i quali fare pace non è sempre semplice.

Al di là dei punti di vista inconciliabili, spesso mettere una pietra sopra a ciò che è accaduto è difficile perché uomini e donne ragionano in modo diverso. Capita così che magari "lui" voglia risolvere le tensioni scegliendo un approccio fisico, magari con qualche coccola, mentre "lei" preferirebbe un confronto a parole, ritenendo inopportuna l'intimità fino a che la situazione non si sarà appianata.

In aiuto di chi si trova in una condizione di questo tipo arrivano gli ideatori del programma “Coaching per la coppia©”, la psicoterapeuta Daniela Rossi e il formatore Diego Divenuto. Ecco i loro consigli per fare pace in 7 semplici mosse.


  • Dedicatevi tempo e spazio esclusivi, anche per litigare.

    Se vuoi davvero migliorare la situazione e capire il tuo partner devi dedicargli tutta la tua attenzione, e viceversa

    spiegano gli esperti.

    Meglio quindi evitare di affrontare l'argomento mentre si è impegnati in altre attività, magari mentre si sta cucinando o guardando una partita di calcio, soprattutto se si tratta di questioni importanti o spinose.

  • Prima di parlare, chiarisciti con te stesso.

    Se qualcosa ti urta e non ti piace, affinché l’altro ti capisca è importante che tu per primo sappia spiegare cosa non ti va e perché

    spiegano Rossi e Divenuto.

    Più sei specifico e più sarà facile contestualizzare l’accaduto e non correre il rischio di metter in discussione tutta la relazione.

    La parola d'ordine è quindi “consapevolezza” e quando si fanno delle richieste bisogna essere in grado di farle esplicitamente.

coppia


  • Guardatevi negli occhi mentre parlate.

    Se consideri che il 93% della comunicazione è non-verbale, guardandovi negli occhi avete sicuramente più possibilità di capirvi e cogliere il vero significato di ciò che vi state dicendo.

    Cerca di capire come si sente l’altro e di che cosa ha bisogno. Può darsi che abbia bisogno di comprensione, oppure di un consiglio, o che ti stia chiedendo qualcosa.

    Molte incomprensioni nella coppia

    ricordano gli esperti

    nascono proprio perché non chiediamo o non diciamo apertamente all'altro di cosa abbiamo bisogno.

  • Fai domande. Bisogna sempre assicurarsi di aver capito bene prima di passare all'attacco.

    L’importante è aspettare la risposta e lasciare l’opportunità all'altro di spiegare meglio ciò che vuole dire.

  • Esprimi i tuoi vissuti, non giudizi sull'altra persona.

    Usa cioè i cosiddetti messaggi “io”, in prima persona

    spiegano Rossi e Divenuto

    Se vuoi che l’altro ti ascolti senza sentirsi messo all'angolo e senza mettersi sulle difensive, fagli capire il tuo punto di vista senza giudicarlo.

    Piuttosto che accusare usando un “tu” negativo che porta a chiusure e conflitti è meglio esprimere i propri stati d’animo e le proprie sensazioni, lasciando più aperta la possibilità di dialogo.

  • Oltre a voler essere ascoltato, ascolta.

    Ricordati che nella coppia ognuno ha le sue ragioni, e che l’obiettivo non è vincere, ma comprendersi

    concludono gli esperti.

    Riuscire a cogliere il punto di vista dell’altro ti permetterà di far scendere l’emotività e di trovare più facilmente un punto di incontro.


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto | da Pinterest di Paul Marat

  • shares
  • Mail