La mastite: sintomi, cause e cura

La mastite può verificarsi nel corso dell'allattamento: come riconoscerlo e a quali terapie affidarsi per non compromettere la salute della mamma e del bambino.

La mastite è un disturbo infiammatorio che colpisce il tessuto mammario delle donne nel periodo dell'allattamento al seno: solitamente e nella maggior parte dei casi colpisce le donne entro i primi tre mesi di vita del bambino, proprio nel pieno dell'allattamento, ma in alcuni casi sporadici può comparire anche dopo ed è uno dei motivi principali per cui molte donne anticipano lo svezzamento dei figli. In realtà si potrebbe continuare tranquillamente ad allattare pur avendo la mastite, ma il fastidio è tale che anche un'azione tanto naturale può diventare difficile.

La mastite è facilmente riconoscibile perché questo disturbo si manifesta con dolore, gonfiore e arrossamento al seno, oltre ad altri sintomi correlati che ne rendono facile l'identificazione:


  • seno dolorante o caldo al tatto

  • malessere generale

  • dolore o bruciore continui o durante l’allattamento

  • arrossamenti della cute, spesso dalla forma all’incirca triangolare

  • febbre superiore ai 38 °C

3821311838_b73bc3aba2_z

Le cause della mastite sono ascrivibili a due categorie principali. La prima riguarda le ostruzioni del dotto mammario per il corretto afflusso del latte: se il seno non viene completamente svuotato durante la poppata è possibile che il latte si accumuli, causando una leggera infezione al seno; per questo motivo è bene cambiare spesso la posizione dell'allattamento e fare attenzione che i seni siano vuoti al termine della poppata.

La seconda causa di comparsa della mastite riguarda invece l'ingresso di batteri nei dotti mammari attraverso le lesioni del capezzolo (come le ragadi), dove possono proliferare e sviluppare un'infezione. In ogni caso il bambino non corre rischi per la salute, anzi, continuare l'allattamento è la prima terapia perché aiuta a mantenere il seno correttamente svuotato.

Le cure per la mastite sono solitamente tramite antibiotici da assumere per un paio di settimane previa prescrizione medica: in questo modo l'infezione verrà debellata e il gonfiore dolorante sparirà. In caso il fastidio sia davvero oltre misura, il medico potrebbe consigliare l'assunzione di alcuni antinfiammatori o analgesici per aiutare a sopportare il dolore. In ogni caso la mastite prima viene diagnosticata, più facilmente passa: se avvertite gonfiore e fastidio al seno rivolgetevi tempestivamente al vostro medico.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail