Gravidanza, lo stress influenza lo sviluppo del bambino

Lo stress fa male, e se si è stressati in gravidanza, a risentirne è anche la salute del bambino.

Stress in gravidanza: quali sono gli effetti negativi per il bambino? A cercare di rispondere a questa domanda sono stati i membri della Radboud University, autori di uno studio dal quale sarebbe emerso che le donne che soffrono di stress durante la gravidanza possono mettere al mondo bambini con un microbiota intestinale “povero”, e con una maggiore tendenza ad avere problemi intestinali e reazioni allergiche.

Per giungere a tale conclusione, gli autori dello studio hanno misurato i livelli di stress e di ansia di donne in gravidanza mediante dei questionari e dei test che misuravano i livelli di cortisolo nella saliva. Inoltre, gli esperti hanno analizzato i campioni di feci di 56 bambini da 7 giorni fino a 4 mesi dopo la nascita. Ebbene, dalle analisi sarebbe emersa una correlazione tra le madri che avevano riportato livelli di stress più elevati e alti livelli di cortisolo, e una varietà del microbiota più povera nei neonati.

In particolare, i figli delle mamme più stressate riportavano un livello maggiore di Proteobacteria e meno batteri lattici e Actinobacteria nel loro microbiota.

stress in gravidanza

Ma gli effetti dannosi dello stress in gravidanza sono anche altri. Un altro studio – condotto dai ricercatori dell'Università di Cambridge e pubblicato sul The Journal of Physiology – avrebbe dimostrato infatti che essere stressate durante la gravidanza potrebbe influenzare lo sviluppo del feto.

Per giungere a tale conclusione, gli esperti hanno incrementato i livelli stress in un campione di topi, mediante un naturale corticosterone, il glutocorticoide, in tre momenti diversi della gravidanza. Dalle analisi sarebbe poi emerso che, sebbene i topi stressati tendessero a mangiare di più, in questi avveniva un minore trasporto di glucosio al feto.

I risultati dimostrano che i glutocorticoidi materni regolano la nutrizione del feto

spiegano gli autori della ricerca

Elevati livelli di ormone glucocorticoidi nella madre, come si è visto in condizioni di stress, possono ridurre il trasporto del glucosio attraverso la placenta e portare a una diminuzione del peso fetale.

Gli scienziati spiegano infine che, in condizioni di stress, avviene un'alterazione di alcuni geni della placenta. Uno dei geni alterati sarebbe l'REDD1, che interagisce con le vie intracellulari regolando la crescita e l’assorbimento dei nutrienti.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Sciencedaily.com, Cambridge-news.co.uk

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail