Come avviene un aborto spontaneo? I sintomi e le cause

Quali sono i sintomi dell'aborto spontaneo? Quali possono essere le cause e quali i campanelli d'allarme che ci indicano che qualcosa sta accadendo nel nostro organismo interessato da una gravidanza?

L'aborto spontaneo è un evento che pone termine alla gravidanza e che solitamente si manifesta entro i 180 giorni dall'inizio della gravidanza stessa, vale a dire dalla data di inizio dell'ultima mestruazione. L'aborto spontaneo si manifesta nella maggior parte dei casi nel primo trimestre di gravidanza e le cause possono essere diverse.

Spesso la causa dell'aborto spontaneo rimane un mistero, un fatto che non trova spiegazioni in patologie o altri fatti che hanno caratterizzato la gravidanza. In alcuni casi, l'aborto spontaneo è legato a fattori genetici o all'età della mamma: il rischio aumenta con l'aumentare dell'età, con il 40% di possibilità nelle donne over 40.

In caso di aborto spontaneo non sporadico ma ricorrente, con due o più aborti consecutivi, le cause possono essere genetiche, cromosomiche,immunologiche. L'aborto a volte è causato da patologie che hanno colpito la donna: patologie renali croniche, diabete, ipertensione arteriosa, patologie autoimmunitarie. Può presentarsi in caso di anomalie uterine, come fibromi uterini, malformazioni uterine, beanza cervicale.

Quali, invece, i sintomi dell'aborto spontaneo? La donna può notare dolore intenso all'addome o perdita di sangue, espulsione totale del materiale abortivo con emorragia molto intensa e dolore al basso ventre o dolore lombo sacrale.

sintomi dell'aborto spontaneo

Foto | da Flickr di trevorandsarah

Via | gyneconline

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail