Il dolore al capezzolo in gravidanza: le cause e quando preoccuparsi

Il dolore al capezzolo in gravidanza può essere provocato da diverse cause, che non sempre devono preoccupare la donna in dolce attesa. Ecco quali possono essere i motivi alla base di questo dolore.

dolore al capezzolo in gravidanza

Il dolore al capezzolo in gravidanza non deve sempre preoccupare. Un seno più teso, più doloroso con i capezzoli spesso doloranti sono spesso i segnali di una gravidanza in corso: si tratta, infatti, di uno dei sintomi di gravidanza tra i più frequenti tra le donne in attesa di un bambino. Nel corso dei nove mesi il dolore può attenuarsi o essere sempre presente, con un'intensità più o meno elevata.

Il dolore al capezzolo e il dolore al seno in generale compaiono solitamente nelle primissime settimane di gravidanza: il seno appare gonfio, dolente, può sembrare "più grande", mentre l'areola diventa più scura e più grande. Le cause devono essere individuate nella rivoluzione ormonale che il corpo della donna in dolce attesa attraversa dal momento del concepimento e fino alla nascita del proprio bambino. Il corpo della donna, dunque, si prepara in questo modo all'arrivo di un bebè.

Il capezzolo dolorante può anche essere sintomo del ciclo mestruale che sta per arrivare, quindi se non siete certe di essere in dolce attesa è davvero molto difficile capire se è un segnale dell'arrivo delle mestruazioni o di una gravidanza in atto.

Se però il dolore è persistente, non si placa dopo le prime settimane di gravidanza, ma anzi diventa più intenso e fastidioso, meglio chiedere consiglio al proprio medico curante o al proprio ginecologo per scongiurare altri problemi. Diversa la situazione se il dolore al capezzolo si presenta in allattamento: attenzione a ragadi e mastite, controllate sempre se il bambino si attacca bene e chiedete aiuto alle ostetriche in caso non fosse così.

Il consiglio è di utilizzare reggiseni comodi, di utilizzare delle fasce che ci consentano di non risentire dell'aumento di peso del nostro seno, optando anche per dei massaggi circolari da attuare con l'aiuto dell'olio di mandorle, che ci aiuterà anche a prevenire le smagliature.

Foto | da Flickr di lsuchick142

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail