In arrivo “Smart Open Services”: la banca europea del paziente online

In arrivo “Smart Open Services”: la banca europea del paziente online

Dopo l'intelligente idea di MedPedia, è in arrivo un'altra novità che sfrutta la tecnologia della rete per essere al servizio del paziente. Le distanze si accorciano, si viaggia sempre più spesso e sempre più lontano e anche la sanità deve adeguarsi alle esigenze del paziente. Ad esempio, immaginate di essere in vacanza o in un […]

Dopo l'intelligente idea di MedPedia, è in arrivo un'altra novità che sfrutta la tecnologia della rete per essere al servizio del paziente.

Le distanze si accorciano, si viaggia sempre più spesso e sempre più lontano e anche la sanità deve adeguarsi alle esigenze del paziente. Ad esempio, immaginate di essere in vacanza o in un viaggio studio di qualche mese in un altro paese e lì vi ammalate. Dover spiegare in un'altra lingua la vostra situazione sanitaria non deve essere facile.

Per questo motivo a livello europea è stato dato il via ad un progetto dal nome  "Smart Open Services" (SOS). Un progetto al quale hanno aderito dodici Paesi europei, compresa l'Italia e prevede la realizzazione di una banca digitale europea che raccoglie tutti i dati relativi allo stato di salute di milioni di cittadini.

Finalemente la storia clinica di ogni persona racchiusa in una card elettronica

Ma sono molti e non di poco conto gli ostacoli da superare: dalla differenza linguistica alle diversità dei sistemi informatici e alle diverse leggi sulla privacy.
Il protocollo operativo d'adesione al Consorzio sarà firmato il prossimo 22 settembre.

In Italia, per il momento, solo dieci regioni hanno aderito al progetto europeo. Mancano all'appello tutte le regioni del Sud. Costo iniziale 22 milioni di euro, per metà a carico dell'Unione Europea. Il rischio è che molte regioni, quasi tutte del Sud, rimangano fuori dal sistema. Nel nostro Paese solo la Lombardia ha messo in piedi un sistema informatico digitalizzato avanzato a livello regionale, come al solito quando si parla di nuove tecnologie l'Italia avanza a passo di lumaca…

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog