Stamina, il processo resta a Torino

Il gup ha respinto la richiesta delle difese di trasferire gli atti a Trieste per competenza territoriale

Il processo Stamina resta a Torino. A deciderlo è stato il gup Potito Giorgio, che ha respinto la richiesta delle difese di trasferire gli atti a Trieste per competenza territoriale.

La proposta di celebrare il processo a Trieste era legata - per una complessa questione giuridica - all'imputazione di peculato contestata al medico Marino Andolina, ex direttore del dipartimento trapianti del Burlo Garofolo e braccio destro di Davide Vannoni. E infatti a  Trieste verrà spostato solo l'episodio di peculato.

metodo Stamina Vannoni

L'udienza di questa mattina ha dunque sciolto la riserva sulle eccezioni di competenza territoriale presentate da alcuni avvocati ieri in aula e respingendo la richiesta di rimettere gli atti a un altro tribunale. La decisione di portare il processo in Friuli Venezia Giulia era voluta per l'imputazione di peculato contestata a Marino Andolina,  mentre altri difensori chiedevano che il procedimento si celebrasse a Brescia, dove c'è il laboratorio sequestrato.

Intanto si formalizzano le prime richieste di rito alternativo: Roberto Ferro, del poliambulatorio Lisa di Carmagnola, ha avanzato una richiesta di patteggiamento, mentre Tomino Carlo, responsabile dell'ufficio ricerca e sperimentazione dell'Aifa, avrebbe scelto il rito abbreviato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail